giovedì 23 ottobre 2014

Tartufi castagne e cioccolato



Affondare fino ai polpacci tra le foglie secche, respirare l'odore di muschio che sale dalla terra e stare ad osservare il lento mutare della natura tutto intorno. 
Per me non c'è piacere più grande di questo, quando arriva l'autunno. Una passeggiata nei boschi ha il potere di liberarmi la mente e pacificarmi l'anima, di rimettermi in contatto con me stessa.
E poi ci sono i frutti stupendi di questa stagione, che spesso sono proprio lì, a portata di mano, se solo si ha la pazienza di andarli a cercare.
Per gustare subito una parte delle prime castagne raccolte ho preparato un dolcetto veloce, che vuole essere uno spunto, più che una ricetta vera e propria. L'unica parte un po' noiosa consiste nella sbucciatura delle castagne, ma una volta pronti questi tartufi sapranno farsi ripagare del tempo speso.



Tartufi castagne e cioccolato

Ingredienti:

350 g di castagne già lessate e private della buccia*
100 g di cioccolato fondente (70%)
1 bicchierino di ruhm scuro
2-3 cucchiai di zucchero di canna integrale
cacao amaro q.b.

Passare le castagne ancora tiepide al passaverdura e raccogliere la polpa in una ciotola. Unirvi il cioccolato fuso a bagnomaria, il ruhm  e lo zucchero. A piacere aggiungere un paio di cucchiai di cacao amaro. Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo e trasferire in frigo per almeno 3-4 ore, ma anche un'intera notte.
Trascorso il tempo di riposo prelevare delle piccole quantità di composto, formare delle palline e rotolarle nel cacao. Trasferire i tartufi negli appositi pirottini di carta o semplicemente su un piatto e servire.


* Per lessare le castagne procedere nel seguente modo, calcolando che il peso di partenza delle castagne crude dovrà essere circa il doppio di quello necessario per la ricetta (in questo caso, quindi, circa 700-800g).
Con l'aiuto di un coltello o dell'apposito attrezzo praticare una piccola incisione su un lato dei frutti; trasferirli in una grossa pentola, coprire abbondantemente d'acqua fredda, aggiungere una presa di sale grosso ed una foglia d'alloro o qualche seme di finocchio. Trasferire la pentola sul fuoco e calcolare circa quaranta minuti di cottura da quando l'acqua comincia a bollire.
Una volta cotte scolare le castagne poche alla volta e sbucciarle finché sono ancora calde.



Con questa ricetta partecipo al contest "Ricette d'autunno"



e alla raccolta "I dolci alle castagne" 





38 commenti:

  1. Che bontà! Hai proprio ragione, Giulia, le castagne richiedono molta pazienza, ma poi si fanno perdonare!!! ;) Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che vale le la pena perdere un po' di tempo...
      Buona giornata

      Elimina
  2. Che goduria cara! Me ne mandi qualcuno? Li adoro questi tartufini... la mia bimba è andata con lo zio a raccogliere castagne e ne ho una bella borsata da fare... che buone, sanno di autunno e di infanzia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora sono curiosa di sapere che cosa preparerai con le castagne raccolte da tua figlia!

      Elimina
  3. che belle foto! ma i dolcetti sono ancora meglio, amo le castagne e anche i tuoi tartufini :-P
    ciao!

    RispondiElimina
  4. CHE FOTO MERAVIGLIOSE, FANNO VENIRE UN'ACQUOLINA IN BOCCA!!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina! E' bello sapere che ti ho messo l'acquolina

      Elimina
  5. Ne prendo uno, grazie! Deliziosi, posso immaginare la bontà, bravissima! Bacioni cara e buona serata!

    RispondiElimina
  6. belli e certamente buoniiii !!! gnam !!!

    RispondiElimina
  7. Da panico questi tartufi...complimenti!!!! Se avessi quel vassoio davanti farebbe una brutta fine..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente la brutta fine che ha fatto qua da noi...

      Elimina
  8. Oddio che delizia Giulia...e che bei ricordi!!! Da piccola spesso andavo con mia mamma e con mia sorella in cerca di castagne nel bosco, riempivamo dei sacchi e poi le facevamo arrosto!
    Ma i tuoi tartufi devono essere qualcosa di eccezionale, bravissima!!
    Un bacione, Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le caldarroste sono un classico dei nostri autunni. Noi le facciamo arrostire direttamente sulla stufa a legna e prendono un buonissimo sentore di affumicato.
      Buona giornata

      Elimina
  9. Giulia sono perfetti e buonissimi di sicuro. Adoro questa stagione anche per le castagne;))
    Bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace l'autunno perché regala prodotti buonissimi

      Elimina
  10. Questi me li sognerò pure stanotte, Giulia *___*
    Sigh!

    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Addirittura! Guarda,allora ti mando virtualmente tutto il vassoietto

      Elimina
  11. Ciao Giulia, arrivo da te grazie al contest "Ricette d'autunno" al quale anch'io partecipo. Complimenti per il tuo blog, mi sono unita ai tuoi lettori e mi piacerebbe tanto che tu facessi altrettanto. Grazie e buona giornata! Claudia
    http://www.lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia. Vengo con piacere a fare un giro da te

      Elimina
  12. Stupendi questi tartufi, Giulia!
    :*

    RispondiElimina
  13. Tanta fatica ma anche tanta soddisfazione, guarda che meraviglia questi tartufi, sono dei piccoli bocconcini di piacere... brava Giulia!!!
    Bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely. In realtà, a parte la seccatura di dover sbucciare le castagne, si preparano davvero in un attimo...ma altrettanto velocemente spariscono!
      Buona settimana

      Elimina
  14. Ciao Giulia :) Hai riunito diversi ingredienti che amo... castagne, cioccolato, rum... dolcetti davvero irresistibili che proverò al più presto ;) Bravissima, un bacione e buon weekend! :) :**

    RispondiElimina
  15. Se l'autunno me lo racconti così, quasi quasi piace pure a me :-) Sono dei tartufi splendidi! Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. I tuoi tartufini sono spettacolari, Giulia! Hai ragione che sbucciare le castagne è una bella noia...ma poi viene il premio, no? Un abbraccio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra. Hai ragione, la noia viene ampiamente ripagata dal risultato!

      Elimina
  17. Ma sono meravigliosi, come sei brava!
    Ne prendo uno e ti auguro un buon lunedì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona settimana a te, cara Michela

      Elimina
  18. urca che belli!!!!!
    Mi piacerebbe farli, ma sono allergica al cacao (ARGH!) e devo pensare a una variante con qualche altro ingrediente goloso...
    Brava! ;-)

    RispondiElimina
  19. Accipicchia, essere allergici al cacao dev'essere una bella sfortuna!
    Sto provando a pensare con cosa potresti sostituire il cioccolato...che ne diresti di frutta secca come noci ed uvetta, magari arricchendo i tartufi con il profumo di qualche spezia dalle note calde? O magari con una grattata di scorza d'arancia.
    Fammi sapere se proverai a "personalizzarli".
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  20. Grazie al contest "la farina di castagne nei dolci", ho trovato il tuo blog e mi sono unita ai tuoi lettori fissi. Mi voglio complimentare con te per la vincita. Veramente i tuoi tartufi sono deliziosi ! Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andreea, sei gentilissima!

      Elimina

Grazie per essere passati di qui. Sarò felice se vorrete lasciare una vostra impressione, un commento o una critica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...