martedì 16 dicembre 2014

Dolci regali: il nuovo libro dell'MTChallenge!


Dolci-Regali-MTChallenge

Per oggi niente ricetta, ma un annuncio importante: è uscito in tutte le librerie "Dolci regali", il nuovo libro dell'MTChallenge!
Quanto io sia felice ed orgogliosa di far parte di questo gruppo di appassionati, credo di averlo già detto più volte su queste pagine. Eppure, a rischio di ripetermi, non posso fare a meno di ribadire la mia meraviglia e gratitudine di fronte a tutto ciò che ogni sfida mi insegna (da ben prima che anch'io mi decidessi a partecipare) e l'emozione che provo constatando, ogni giorno di più, lo spirito di autentica e disinteressata condivisione che anima questa iniziativa. 
Per presentarvi adeguatamente il libro (tra le cui pagine troverete anche un mio piccolo contributo) prendo in prestito le parole della vulcanica Alessandra Gennaro, mente e anima dell'MTChallenge. Per il resto, vi invito a correre in libreria!


Dolci-Regali-MTChallenge

“Dolci Regali” è il terzo libro della collana dell'Mtchallenge e prende ispirazione da una delle nostre gare, quella sul babà, per ampliare il raggio di indagine attorno ad un'epoca che segna un momento fondamentale nella storia della gastronomia, vale a dire il periodo compreso fra la fine del XVII  e gli inizi del XIX secolo, che videro la nascita e il trionfo della pasticceria, intesa come arte autonoma. 
“Attorno al babà” potrebbe allora essere il titolo di questo libro, visto che si parla di tutti quei lievitati che precedettero e seguirono l'invenzione di questo dolce: le ricette sono infatti quelle degli impasti lievitati dolci  (dalla Parisienne alla Saint Genix, dal Kougelhupf al Savarin, passando per ricette storiche ed inedite), in una carrellata di bontà da togliere il fiato, preparate per l'occasione da una Redazione allargata, a contorno di alcune ricette della sfida. Ma “Dolci Regali” è molto di più: è la fotografia di un'epoca, quella delle grandi monarchie di questi anni, nelle cui cucine prese forma la consapevolezza della nuova arte del pasticcere, grazie alla quale i dolci diventarono ben presto il simbolo del potere che i monarchi assoluti rappresentavano: ecco allora arrivare dolci gonfi, “cresciuti”, che nelle loro forme alludono a tutte le manifestazioni del potere, sia quello terreno (le corone dei kugelhupf, dei babà, dei savarin, del Ferdinandkrapfen, del kringel e così via), sia quello sovrannaturale (le trecce che richiamano l'eternità e le forme a cupola, che alludono alla potenza generatrice) e così via. 
“Regali”, quindi, significa anzitutto “dei re” anche se, a dire il vero, il libro racchiude anche un'ampia sezione dei dolci dei poveri: perché anche questi ultimi avevano escogitato altrettante ricette per poter godere, seppure in occasioni speciali e non tutti i giorni, di quel piacere del superfluo che, nel loro caso, prende il nome di krapfen, di graffe, di buchteln, di buns, di torta delle rose e di molte altre ricette, altrettanto gustose. 
A corollario, il solito incredibile contributo della Community, in tre sezioni: quella dello zucchero, con sciroppi e bagne aromatiche, quella delle creme, con una raccolta di oltre 50 ricette, che spaziano dalle versioni base alle variazioni sul tema e, in ultimo, “la Dispensa del Castello”, con una raccolta di liquori, conserve, acque profumate, praline ed altre golose risorse, da tenere a portata di mano per arricchire con un tocco personale e raffinato le vostre creazioni, per un totale di oltre 130 ricette, da combinare fra loro in una sequenza infinita. 
Il tutto, rallegrato dal genio di Mai Esteve e dalle splendide fotografie di Paolo Picciotto.


Dolci-Regali-MTChallenge

Io non vedo l'ora di stringere tra le mani la mia copia e penso che sia davvero una bella idea anche come regalo di Natale. In più, acquistando questo libro farete anche del bene.

Acquistando una copia di Dolci regali, contribuirai alla creazione di borse di studio per i ragazzi di Piazza dei Mestieri, un progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica e che si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, in uno spazio che ricrea l'atmosfera di una vecchia piazza, con le botteghe di una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e, ovviamente, anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispira dichiaratamente a ricreare il clima delle piazze di una volta, dove persone, arti e mestieri si incontravano e, con un processo di osmosi culturale, si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: la centralità del progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovano in questa Piazza un punto di aggregazione che fonde i contenuti educativi con uno sguardo positivo e fiducioso nei confronti della  realtà, derivato proprio dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti anche attraverso l’introduzione all’arte, alla musica e al gusto.

DOLCI REGALI 
Collana “I libri dell'MTChallenge”
SAGEP Editori- Genova
Prezzo di copertina: 18,00 euro
Foto Paolo Picciotto
Illustrazioni Mai Esteve
Editor: Fabrizio Fazzari
Impaginazione: Barbara Ottonello
In vendita in tutte le librerie,  su Amazon e IBS



2 commenti:

  1. Una splendida raccolta e una bella iniziativa benefica, un regalo davvero dolcissimo!! Cercheremo in libreria, intanto complimenti per il tuo contributo!!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina

Grazie per essere passati di qui. Sarò felice se vorrete lasciare una vostra impressione, un commento o una critica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...