lunedì 5 ottobre 2015

Pollo Kung Pao (Gong Bao Ji Ding)


pollo-kung-pao-gongbao-ji-ding

Se dovessi indicare l'ingrediente che ritengo imprescindibile in cucina risponderei senza esitazioni che si tratta dell'ispirazione, quell'approccio istintivo, passionale ed un po' scanzonato che eleva la preparazione del cibo da mera ripetizione tecnica a momento creativo di espressione del sé. In fondo, cucinare altro non è che una forma di interpretazione in cui memorie, emozioni, pratiche e saperi coinvolgono profondamente il rapporto con la materia e la sua trasformazione, facendo della cucina non solo un veicolo di contenuti ma anche di valori. 
Spesso constato quanto la cattiva disposizione d'animo, la frettolosità o la scarsa voglia influiscano negativamente sul risultato dei miei "sforzi" culinari, e viceversa quanto un buon piatto sia il prodotto di una combinazione particolarmente felice di umore e dedizione, ma anche di una certa "levità".
Se poi parliamo d'ispirazione intesa come quella forza propulsiva che ci porta a cucinare un dato piatto piuttosto che un altro, allora le fonti possono essere innumerevoli, ma nel mio caso spesso la molla è un ingrediente che ho voglia di utilizzare, vuoi perché di stagione, vuoi perché esotico e quindi seducente, o più prosaicamente perché me lo ritrovo in casa e cerco un nuovo modo per valorizzarlo. 
Il pepe di Sichuan, ad esempio, è una spezia che ho scoperto di recente e che mi ha subito conquistata per il suo aroma fresco ed al contempo pungente; il suo profumo è così intenso e piacevole che ogniqualvolta apro l'anta della dispensa dove lo conservo mi ripropongo di usarlo più spesso. Così, seguendo le suggestioni  della geografia, ho finalmente provato un piatto squisito della tradizione cinese - il pollo Kung Pao - in cui dolce e salato, aspro e piccante si fondono in maniera armonica in un tripudio di sapori.
  

pollo-kung-pao-gongbao-ji-ding

Pollo Kung Pao - Gong Bao Ji Ding

(Della ricetta esistono innumerevoli varianti. Io ne ho elaborata una versione personale, liberamente ispirata da qui)

Ingredienti per 4 persone:

400 g di petto di pollo
1 peperone rosso medio (circa 200 g)
80 g di arachidi non salate
2 spicchi d'aglio
2 cipollotti
3-4 cm di radice di zenzero fresca
2-3 peperoncini rossi secchi (aumentare o diminuire la dose a seconda del grado di piccantezza desiderato e della tipologia utilizzata)
1 cucchiaino di grani di pepe di Sichuan
3 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaio raso di zucchero di canna
1 bicchierino di vino di riso cinese
3 cucchiai di aceto di riso (in alternativa può andare bene quello di mele)
3 cucchiai di olio di semi di arachide
2 cucchiaini di maizena
sale

Tagliare il pollo a cubetti molto piccoli, riunirli in una terrina e condirli con un pizzico di sale, il vino di riso ed un cucchiaino di maizena.
Mondare e lavare le verdure e ridurre il peperone a cubetti della grandezza del pollo, il cipollotto ad anelli sottili e lo zenzero a brunoise. Privare i peperoncini dei semi e ridurli a pezzetti e pestare leggermente i grani di pepe di Sichuan in un piccolo mortaio. A parte preparare la salsa mescolando la salsa di soia con l'aceto di riso, lo zucchero, la maizena rimanente ed un paio di cucchiai d'acqua.
Scaldare l'olio nel wok e dorare le arachidi a fuoco alto; toglierle dalla padella e nello stesso olio aggiungere il pepe ed il peperoncino. Lasciare insaporire, quindi toglierli dall'olio e versarvi il pollo con la sua marinata. Rosolarlo mescolando spesso fino a quando la carne sarà chiara, quindi aggiungervi il peperone, l'aglio, lo zenzero ed il cipollotto, tenendone da parte qualche anello per la decorazione. Cuocere a fuoco vivo per pochi minuti rimestando spesso e infine aggiungere la salsa; lasciare leggermente restringere, quindi unire nel wok le arachidi, il pepe ed il peperoncino tenuti da parte ed eliminare l'aglio (non dovrebbe essere necessario salare ulteriormente, data la presenza della salsa di soia). Servire ben caldo, completando il piatto con i cipollotti rimasti.

pollo-kung-pao-gongbao-ji-ding

Con questa ricetta partecipo a "Sedici. L'alchimia dei sapori", per l'abbinamento pollo-arachidi




29 commenti:

  1. Ha un aspetto molto invitante e leggendo gli ingredienti ha sicuramente un profumo di cui mi innamoreró, lo proveró!
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia. A me è piaciuto molto e trovo che l'insieme di sapori sia davvero azzeccato. Fammi sapere se lo proverai
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Quanto mi piacciono questi piatti dolce e salato, sono buonissimi e poi, tu l'hai presentato in una maniera molto bella !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Prova e poi fammi sapere
      Buona settimana

      Elimina
  3. bellissimi colore e un aspetto super invitante!!! bravissima!!!

    RispondiElimina
  4. Ha un aspetto delizioso e di sicuro lo è!
    Amo il pollo all'orientale in tutti i modi, trovo che sia la cucina che dà maggiormente carattere a questo tipo di carni.
    Quanto lo vorrei per cena mamma mia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, le spezie e gli ingredienti orientali valorizzano moltissimo la carne di pollo, che io ano proprio per la sua versatilità.
      Se ami questo tipo di sapori ti consiglio di provare: è un piatto veloce ma davvero particolare.
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Questo piatto è perfettamente nelle mie corde..bellissima anche la presentazione cromatica, complimenti cara e felice settimana <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consu. Buona settimana anche a te

      Elimina
  6. Hai ragione, l' ispirazione è fondamentale!! Ma come non averla davanti a questo pollo delizioso!! Mi piace la cucina orientale, il dolce-salato-piccante, lo proverò sicuramente!! Buona settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova e sono sicura che non rimarrai delusa!

      Elimina
  7. Bellissimo il tuo piatto, ho nostalgia dell'oriente e di questi sapori ! Ti rispondo solo adesso per la perilla perchè da Pantelleria avevo sempre problemi di connessione... A me hanno dato i semi e ogni anno i semi si autoripiantano.... Prova a cercare in internet una vendita dei semi, penso che dovresti trovarli sicuramente.... E' una bella pianta anche ornamentale col suo rosso particolare... ciao !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rossella!
      Buona giornata

      Elimina
  8. Adoro la cucina orientale, e questo tuo piatto mi piace proprio tanto. Bravissima come sempre Giulia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Grazie Erika!
      Buona giornata e un abbraccio

      Elimina
  9. Concordo in pieno, anche se l'ispirazione unita a quel pizzico creativo che spesso ci cintraddistingue fa si che mariti e famiglie non riescano mai a mangiare lo stesso piatto due volte di seguito uguale, e qui si lamentano.... delizioso piatto, A-D-O-R-O la cucina cinese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah! Quanta verità nelle tue parole!
      Io invece ti confesso che tra le cucine esotiche quella cinese non mi ha mai appassionata più di tanto, almeno fino a quando non ho scoperto un ristorante che fa autentica cucina cinese, molto diversa da quella spesso scadente cui siamo abituati. Da allora ho iniziato ad interessarmi all'argomento e credo proprio che questo sarà solo il primo di una serie di esperimenti.
      Buona giornata!

      Elimina
  10. Giulia, hai detto cose giustissime per quanto riguarda l'ispirazione...e devo dire che la tua ricetta è davvero "ispirata"! Ho già utilizzato le arachidi con la carne un piao di volte e devo dire che con le carni si sposano a meraviglia!
    Grazie per aver partecipato questo mese a #SEdici! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Alessandra.
      Il vostro contest è sempre fonte d'ispirazione e vorrei riuscire a partecipare con magiore continuità.
      Un abbraccio

      Elimina
  11. Al ristorante cinese è il mio pollo preferito!!!!

    RispondiElimina
  12. Non conoscevo il tuo blog....ci sono arrivata tramite il contest Sedici e quando la pagina del blog si è caricata la prima cosa che mi ha colpito sono state le foto, così pulite, chiare (non solo per la luce :)), così luminose....poi ho letto la presentazione e li un altra parte di me, quella che riconosce e ama un testo ben scritto, è rimasta rapita....ed alla fine ho letto la ricetta, che proverò non appena mi sarò procurata gli ingredienti che non ho di solito in dispensa:) Grazie mille per questo raggio di sole in un pomeriggio piovoso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Rondinella, le tue parole mi onorano e un po' mi confondono.
      Sono contenta se proverai questa ricetta un po' particolare e spero vorrai lasciarmi la tua impressione.
      Buona serata

      Elimina
  13. questi piatti esotici mi intrigano parecchio, bellissima ricetta, un bacione !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara, sempre gentilissima!

      Elimina
  14. Al di la delle tante ricette e degli abbinamenti che mai avrei immaginato prima di #Sedici, il bello di questo contest è il poter conoscere nuovi blog e magari anche le blogger! Il tuo angolino virtuale è davvero fantastico! Complimenti sia per il blog che per la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Alessandra! Sono piacevolmente colpita dallo spirito genuino e disinteressato che anima questo contest, che mi sta facendo fare interessanti scoperte culinarie ed incontri virtuali.
      Un abbraccio

      Elimina

Grazie per essere passati di qui. Sarò felice se vorrete lasciare una vostra impressione, un commento o una critica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...