martedì 12 luglio 2016

Salmorejo cordobés


salmorejo-cordobes

Il salmorejo è una zuppa fredda diffusa in tutta la Spagna meridionale ma tipica della zona di Cordoba. Preparazione antichissima, nasce come piatto di sussistenza ed in origine si presentava come una mistura di pane, acqua, olio, aceto ed aglio, battuti al mortaio sino ad ottenere una pappa dalla consistenza cremosa destinata al sostentamento delle legioni romane, le quali contribuirono a diffondere la pietanza nella penisola iberica. 
Solo tardivamente, agli inizi del XX secolo, il salmorejo si arricchisce del pomodoro, tingendosi di rosso sino ad assumere le attuali sembianze: è infatti attestato che sino alla fine del XIX secolo il termine sta ad indicare non una zuppa bensì una salsa calda servita in accompagnamento a cacciagione e selvaggina che non contempla il pomodoro tra i suoi ingredienti. 
La diffusione degli elettrodomestici nelle cucine popolari negli anni Sessanta del Novecento segna un’ulteriore tappa nell’evoluzione di questa pietanza, che assume una consistenza più fine e setosa e grazie alla velocità di preparazione comincia a godere di una crescente popolarità, trasformandosi in una specialità molto diffusa ed apprezzata in terra spagnola. 
Essenziale negli ingredienti, piacevolmente rinfrescante, ma anche nutriente e sostanzioso, il salmorejo è un cibo ideale per combattere la calura: un tempo, infatti, era il pasto consumato dai contadini e dai braccianti durante il lavoro nei campi, per trovare refrigerio nelle torride estati andaluse.
Secondo la tradizione si serve freddo e guarnito in superficie con pezzetti di uovo sodo e di jamòn serrano, come ho avuto modo di assaggiarlo durante un’indimenticabile vacanza in Andalusia un paio di anni fa. Da allora non aspettavo altro che il momento per replicarlo ed il risultato è stato così fedele ai ricordi che mi è sembrato di essere seduta nuovamente al tavolo di quel ristorante nella città vecchia di Cordoba, assaporando la quiete della sera.

andalusia

cordoba

Salmorejo cordobés

Ingredienti per 4 persone:

800 g-1 Kg di pomodori maturi
200 g di mollica di pane raffermo
5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
2 cucchiai d’aceto (idealmente di Jerez, in alternativa di vino rosso)
1 piccolo spicchio d’aglio
2 uova sode
1 fetta di prosciutto crudo tagliata spessa
sale e pepe

Lavare i pomodori e praticare un taglio a croce sulla base con un coltello affilato. Tuffarli per pochi secondi in acqua bollente e raffreddarli in acqua e ghiaccio; eliminare la buccia. [Questo passaggio può essere saltato utilizzando pomodori dalla buccia sottile].
Tagliare i pomodori a pezzi e trasferirli nel bicchiere di un frullatore. Aggiungere l’olio, l’aceto, una presa di sale e lo spicchio d’aglio privato dell’anima e frullare fino ad ottenere una consistenza cremosa e vellutata.
Unirvi il pane tagliato a cubetti e lasciare riposare per 10 minuti, in modo che si ammorbidisca. Frullare quindi nuovamente sino ad ottenere una zuppa densa e fine (se necessario aggiungere 1-2 cucchiai d’acqua).
Trasferire il salmorejo in frigorifero per almeno un’ora e servirlo fresco, guarnendo i piatti con le uova sode tagliate a pezzetti ed il prosciutto a dadini e completando con una macinata di pepe ed un filo d’olio.

salmorejo-cordobes

13 commenti:

  1. Andrò a Cordoba questa estate!
    Grazie per il bellissimo post.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certa che ne rimarrai incantata.
      Un abbraccio anche a te

      Elimina
  2. mai assaggiato ma mi ispira tantissimo...mi segno la ricetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredibilmente semplice ma pazzescamente buono. Provalo e mi saprai dire!

      Elimina
  3. Bellissima Cordoba e anche la ricetta. Da quello che ho capito è una sorta di gazpacho però più sostanzioso per via della quantità di pane.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Sonia: rispetto al gazpacho, il salmorejo ha una consistenza più densa e vellutata e si serve generalmente come primo piatto (o talvolta come salsa di accompagnamento). Inoltre come verdure in genere prevede unicamente il pomodoro, contrariamente al gazpacho nel quale si aggiungono anche cetrioli, peperoni e cipolla.

      Elimina
  4. Mi piacciono un sacco queste preparazioni fredde a base di pane e pomodoro, questa zuppa la devo fare al volo, troppo invitante!! Mai stata a Cordoba ma si trova in una parte della Spagna che ci piacerebbe molto visitare!! Buona settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amo tutte le declinazioni di pane col pomodoro, dalla semplice bruschetta alla pappa col pomodoro, ed il salmorejo non fa eccezione. E' veloce, sostanzioso, saporito ma rinfrescante: insomma, diventerà una piacevole costante della nostra estate
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Già segnata, da provare subito domani con i pomodori dell'orto ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello! Credo proprio che non ti deluderà

      Elimina
  6. Ola!!!!Me gusta mucho!!!!

    RispondiElimina
  7. Bellissima Cordoba e questo piatto che parla un po' di lei. Adoro i piatti così colorati.

    Fabio

    RispondiElimina

Grazie per essere passati di qui. Sarò felice se vorrete lasciare una vostra impressione, un commento o una critica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...