venerdì 9 maggio 2014

Crostata per la festa della mamma



Domenica sarà la festa della mamma, e visto che la mia abita distante e non riusciamo a vederci spesso come vorremmo mi piaceva l'idea di lasciarle un augurio anche qui, insieme ad una proposta per festeggiarla con un dolce dal sapore semplice ma d'effetto.
Lo spunto viene dal blog Baking a moment, dove qualche tempo fa avevo adocchiato questa crostata che mi aveva colpita immediatamente per la presentazione romantica e scenografica. Altrettanto immediatamente mi ero detta che non sarei mai riuscita a replicare quelle rose di fettine di mela in maniera così perfetta ed elegante, ma ho comunque voluto fare un tentativo e visto che il risultato è stato apprezzato dai miei commensali ho deciso di pubblicarla comunque.
Nella versione di Allie la crostata è composta da un guscio croccante a base di noci tostate e da una crema allo sciroppo d'acero aromatizzata alla vaniglia, che io ho sostituito rispettivamente con una frolla classica ed una crema chantilly all'italiana (ma mi ripropongo di provare presto anche l'originale). Ho invece seguito i suoi conigli per la realizzazione della decorazione: Allie suggerisce infatti di passare le fettine di mela per qualche secondo nel microonde per ammorbidirle leggermente e facilitarne la piegatura, e devo dire che questo “trucchetto” si è rivelato molto utile.





Crostata di rose di mela

Per la frolla:

220 g di farina debole
100 g di burro freddo
100 g di zucchero di canna
1 uovo grande
la scorza di un limone grattugiata
un pizzico di sale

Per la crema chantilly all'italiana:

250 ml di latte
3 tuorli
80 g di zucchero semolato
20 g di amido di mais 
qualche pezzo di scorza di limone
200 ml di panna fresca

Per completare:

3 mele (io ho usato le Pink Lady)
1 limone
due cucchiai di marmellata di albicocche stemperati con qualche goccia di succo di limone (facoltativo)


Preparare la frolla lavorando in una terrina la farina con il burro freddo a cubetti fino ad ottenere delle grosse briciole; aggiungere l'uovo, lo zucchero, la scorza di limone ed un pizzico di sale ed amalgamare brevemente gli ingredienti fino a formare un panetto omogeneo. Avvolgere l'impasto in un foglio di pellicola e porlo a riposare in frigo per almeno 30 minuti.
Nel frattempo preparare la crema pasticcera: in un pentolino scaldare il latte con la scorza di limone a fuoco dolce e spegnere non appena sfiora il bollore. In una ciotola capiente montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una massa spumosa ed amalgamarvi l'amido di mais. Eliminare la scorza di limone dal latte leggermente intiepidito e versarlo a filo sulle uova; trasferire il composto in una bastardella e far cuocere a fuoco dolce mescolando continuamente con una frusta per evitare la formazione di grumi. Quando la crema è addensata trasferirla in una ciotola, coprirla con pellicola a contatto e lasciarla raffreddare; quindi trasferirla in frigo fino al momento di utilizzarla.
Preriscaldare il forno a 180°. Riprendere l'impasto della frolla, stenderlo con l'aiuto di un matterello e foderarvi uno stampo da crostata rivestito di carta da forno; bucherellare l'impasto con i rebbi di una forchetta, riempirlo con legumi secchi o gli appositi pesini e cuocerlo in bianco per circa 20 minuti. Eliminare i pesini e ripassarlo in forno ancora 5 minuti, per consentire al fondo di dorarsi leggermente. Trasferire sul piatto da portata e lasciare raffreddare.
Montare la panna fredda di frigo ed amalgamarla delicatamente alla crema pasticcera, quindi distribuire uniformemente il composto nel guscio di frolla.
Lavare le mele, tagliarle in quarti ed eliminare il torsolo. Con l'aiuto di una mandolina o di un coltello affilato ridurle a fettine sottilissime e trasferirle man mano in acqua acidulata con il succo di limone. Scolarle e passarle per una quarantina di secondi nel microonde a media potenza, in modo da poterle piegare con più facilità. Arrotolare strettamente una fettina di mela su se stessa e sistemarla verticalmente sulla crostata; quindi disporvi intorno altre fette in maniera concentrica, facendole affondare leggermente nella crema e cercando di riprodurre i petali di una rosa. Procedere così fino a riempire tutta la superficie della crostata.
Se la torta non viene servita subito si può spennellare leggermente con della marmellata di albicocche diluita con qualche cucchiaio di limone per mantenerla lucida e non farla ossidare.








12 commenti:

  1. E' troppo troppo bella, quasi quasi viene la pena di tagliarla! Immagino che sia stata anche molto buona, complimenti!

    RispondiElimina
  2. Grazie Any.
    Ammetto che il taglio è un momento un po' critico perché è difficile mantenere le rose intatte, però garantisco sulla bontà!

    RispondiElimina
  3. è bellissimaaa... e chi sa che buona :-P
    peccato non poterla assaggiare :(
    buon w.e.

    RispondiElimina
  4. Grazie! Buona domenica a te, Betty

    RispondiElimina
  5. Mamma che meraviglia!!!!
    Complimenti Giulia, è spettacolare!!!
    Un caro abbraccio e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  6. Grazie Carmen. In realtà se guardi il link l'originale è molto più bella, ma è stata comunque molto apprezzata.
    A presto!

    RispondiElimina
  7. Ma è bellissima!!!! Ma quanto sei brava? :)

    RispondiElimina
  8. Brava brava... la tua torta è su https://www.facebook.com/Acchiappaidee... vienimi a trovare anche su www.acchiappaidee.com
    ciao

    RispondiElimina
  9. La proverò!Nel frattempo ti seguo volentieri!!!!ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patry. E po fammi sapere come ti è venuta!

      Elimina

Grazie per essere passati di qui. Sarò felice se vorrete lasciare una vostra impressione, un commento o una critica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...