martedì 30 marzo 2021

Wool roll bread al cioccolato - Brioche gomitolo di lana


Wool roll bread al cioccolato - Brioche gomitolo di lana


Ebbene sì, sono vittima anch'io dell'ultimo tormentone culinario del web.

Galeotta fu Martina e la sua esecuzione da manuale del Wool roll bread, la brioche gomitolo di lana che impazza sui social da alcune settimane.

La ricetta originale proviene dal canale YouTube di Apron e, come promette il nome stesso, consente di ottenere in poche mosse una brioche dall'aspetto simile a una vaporosa matassa di fili. Non è richiesta infatti una manualità particolare; semmai una piccola dose di pazienza per intagliare e arrotolare i pezzi di impasto che andranno a formare il wool roll bread.

Quanto alla sostanza, consistenza super soffice e sapore essenzialmente neutro rendono questo lievitato la base ideale per farciture sia dolci che salate. Io ho optato per del semplice cioccolato, ma sarebbero perfette anche frutta secca, confetture o creme, senza tralasciare i ripieni salati a base di formaggi e salumi.

Wool roll bread al cioccolato - Brioche gomitolo di lana


Wool roll bread al cioccolato - Brioche gomitolo di lana


Ricetta tratta da qui

Ingredienti per uno stampo da 20 cm di diametro a bordi alti

300 g di farina tipo 0
8 g di lievito di birra fresco
80 ml di latte fresco a temperatura ambiente
100 ml di panna fresca a temperatura ambiente
1 uovo medio
30 g di zucchero semolato
5 g di sale
50 gi di cioccolato fondente a pezzetti


Sciogliere il lievito nel latte e lasciarlo attivare per qualche minuto.

Inserire nella planetaria con la foglia la farina setacciata, il latte, l'uovo, lo zucchero e circa un terzo della panna ed avviarla a velocità bassa fino a far amalgamare sommariamente gli ingredienti. Unire quindi il sale e quando l'impasto avrà iniziato ad incordarsi e risulterà lucido e liscio unire poco a poco la restante panna. Lavorare fino a completo assorbimento. Riporre l’impasto in un contenitore, coprire con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio.

Trasferire l'impasto su un piano di lavoro infarinato e dividerlo in 5 pezzi di egual peso. Arrotondare ogni pezzo e coprire le palline con pellicola, lasciandole riposare per 15 minuti in modo che il glutine si rilassi e sia più semplice stenderle.

Imburrare leggermente uno stampo circolare da 20 cm e rivestirne il fondo con un un cerchio di carta forno tagliato a misura. Rivestire anche le pareti con una striscia di carta forno.

Procedere alla formatura del wool roll bread. Prendere ciascuna pallina, infarinarla sotto e sopra e stenderla nel senso della lunghezza in modo da darle una forma ovale. Con un raschietto per pasta creare dei taglietti paralleli a pettine nella metà inferiore della pasta. Farcire la parte superiore dell’ovale con il cioccolato a pezzetti e ripiegare i lembi laterali verso il centro; quindi arrotolare verso il basso fino ad ottenere un rotolino. Adagiare ciascun rotolino così formato uno adiacente all’altro nello stampo precedentemente preparato.

Wool roll bread - Tutorial formatura

Wool roll bread - Tutorial formatura

Wool roll bread - Tutorial formatura

Wool roll bread - Tutorial formatura



Coprire lo stampo con pellicola e porre a lievitare in luogo tiepido per circa 1 ora o comunque finché l’impasto sarà ben raddoppiato. Scoprire il wool roll bread e spennellare delicatamente la superficie con poca panna fresca o latte.

Nel frattempo preriscaldare il forno a 170° e cuocere il wool roll bread al cioccolato per 17-20 minuti. Sfornare, staccare delicatamente i bordi della brioche dalla carta forno e metterla a raffreddare su una gratella.


Wool roll bread al cioccolato - Brioche gomitolo di lana

venerdì 19 marzo 2021

Uova ripiene marinate alla barbabietola

 

Uova ripiene marinate alla barbabietola


Una ricetta senza preamboli, quasi telegrafica. E un'unica, piccola foto a corredo.

Ma d'altra parte il blog per me rimane innanzitutto uno spazio in cui archiviare i miei esperimenti e dove torno io stessa a scartabellare quando ho il desiderio di replicare qualcosa, senza troppe velleità.

Al di là delle istruzioni per ottenere un colore rosa shocking - la parte divertente e scenografica della ricetta - di queste uova voglio appuntarmi soprattutto le dosi del ripieno, di estrema semplicità e realizzato tutto con ingredienti "da dispensa", ma a mio gusto molto gradevole. Siccome so che avrò voglia di riproporlo nei mesi a venire ne lascio una breve traccia qui, e chissà che non torni utile a qualcuno.

Non è la prima volta che preparo le uova marinate alla barbabietola; in questo caso sono partita dall'ortaggio crudo, fatto poi bollire con acqua, aceto e spezie per ottenere la base della marinata, ma se siete interessati soprattutto alla resa cromatica, la polpa frullata delle barbabietole precotte è una valida scorciatoia e garantisce un buon risultato.

Quanto al ripieno, come dicevo è ancor più basico della classica versione con l'acciuga o con il tonno, molto diffusa sulle tavole primaverili ed estive qui in Piemonte. La differenza la fa il cipollotto, che regala una spinta aromatica e al contempo fresca all'insieme; se dunque vorrete provare questo ripieno, vi consiglio di non ometterlo.

Uova ripiene marinate alla barbabietola

Per la marinata alla barbabietola

1 barbabietola
2 e 1/2 bicchieri di acqua
1/2 bicchiere di aceto di mele
1 cucchiaio raso di zucchero di canna
1 bacca di anice stellato
3-4 grani di pepe
3 chiodi di garofano
1 foglia di alloro

Per le uova ripiene

6 uova
3 cucchiai colmi di maionese
1 cucchiaio di senape di Digione
1 cucchiaio di yogurt denso neutro
1 cucchiaio di cipollotto tritato (solo la parte bianca)
2 pizzichi di paprika affumicata
1 presa di sale
erba cipollina e pepe, per guarnire

Mondare e lavare la barbabietola, ridurla a tocchetti e trasferirla in una casseruola. Unirvi l'acqua, l'aceto e tutti gli ingredienti della marinata e portare a bollore. Lasciar sobbollire per circa 5 minuti, quindi rimuovere la barbabietola, far intiepidire la marinata, trasferirla in un grande barattolo alto e stretto e riporla al fresco (questo passaggio può essere fatto con alcune ore di anticipo).

Rassodare le uova immergendole in acqua fredda e lasciandole cuocere per 10 minuti dal momento del bollore. Raffreddarle sotto un getto di acqua corrente e sgusciarle.
Immergere le uova nella marinata ormai fredda e lasciar riposare al fresco per almeno 4 ore - più lungo sarà il tempo di marinatura, più intensa la colorazione.

Scolare le uova, tamponarle delicatamente con carta assorbente e dividerle a metà. Raccogliere i tuorli nel boccale di un frullatore a immersione e unirvi tutti gli ingredienti del ripieno, salando a gusto. Frullare fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo.

Disporre le mezze uova su un piatto da portata e farcirle con la crema preparata con l'aiuto di un cucchiaino o di una sac à poche. Completare con l'erba cipollina e una macinata di pepe e servire fresche.

lunedì 15 febbraio 2021

Bomboloni al cioccolato con crema al caramello salato


Bomboloni al cioccolato con crema al caramello salato

Al solito arrivo in extremis con una ricetta per il Carnevale ormai prossimo a concludersi.
La mia routine è alquanto cambiata di recente, e il solo fatto di essere riuscita a mettere le mani in pasta e dedicare qualche momento alla cucina è un piccolo traguardo che merita di essere celebrato anche su queste pagine, ormai aggiornate sempre più di rado.

Non so quanti di voi effettivamente troveranno ancora il tempo o la voglia di provare la ricetta mentre le padelle ancora sfrigolano per rallegrare questi ultimi giorni di fritture casalinghe con i dolci tipici della tradizione regionale. Nulla vieta, però, di concedersi questo sfizio un po' più in là, finché gli ultimi scampoli d'inverno avvolgono un po' tutta la penisola con temperature rigide, le quali si conciliano fin troppo bene con il desiderio di qualche coccola gastronomica.

Ai veri golosi basterà forse il solo titolo a scatenare l'acquolina - col caramello salato in genere si vince facile. Per quel che mi riguarda è la prima volta che provo a farlo in casa, e in origine doveva essere destinato ad altro uso. L'idea di farlo diventare farcitura di soffici bomboloni al cioccolato è arrivata in seguito: bombardata da una teoria di dolci e frittelle di ogni sorta ogni volta che aprivo Instagram, ho deciso di celebrare anch'io il periodo di sregolatezze con qualcosa di veramente lussurioso.
A voi il giudizio, se vorrete provarli.


Bomboloni al cioccolato con crema al caramello salato

Bomboloni al cioccolato con crema al caramello salato

Ingredienti per una dozzina di bomboloni

Per i bomboloni al cacao:
300 g di farina forte
35 g di cacao in polvere
200 g di latte fresco intero
60 g di zucchero
50 g di burro morbido
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
5 g di sale
7 g di lievito di birra fresco
Olio di semi per friggere

Per la crema:
250 ml di latte intero
2 tuorli
50 g di zucchero semolato
40 g di amido di mais
Scorza di limone

Per il caramello salato:
150 g di zucchero semolato
100 g di panna fresca
1 piccola noce di burro
1 presa di sale

Per completare:
120 g di zucchero semolato
1/2 cucchiaino di cannella macinata
La punta di un cucchiaino di cardamomo macinato


Preparare il caramello salato.
Scaldare una casseruola dai bordi alti e farvi sciogliere lo zucchero a fuoco medio, aggiungendo un paio di cucchiai alla volta in modo da evitare la formazione di grumi.
Nel frattempo portare a bollore la panna.
Quando lo zucchero sarà sciolto e il caramello comincerà a presentare delle bollicine via via più grandi sulla superficie, togliere la casseruola dal fuoco e aggiungere la noce di burro, sempre mescolando.  
Infine unire a filo la panna calda, prestando attenzione ad eventuali schizzi.
Completare con un generoso pizzico di sale e tenere da parte.

Preparare la crema pasticciera.
Ricavare dal limone la scorza, prelevando solo la parte gialla, e metterla a scaldare in un tegame insieme al latte, portando a leggero bollore. In un altro tegame versare i tuorli, lo zucchero e l'amido e mescolare con una frusta sino ad ottenere una consistenza liscia e cremosa.
Non appena il latte sfiorerà il bollore, unirlo ai tuorli in 3 riprese filtrandolo con un colino e mescolando sempre con la frusta. Trasferite di nuovo sul fuoco e mescolare in continuazione fino a che la crema non si sarà addensata. 
Unire ora alla crema il caramello precedentemente preparato, amalgamando bene i due composti. Raffreddare poi velocemente immergendo il tegame in una ciotola colma di acqua e ghiaccio. Una volta fredda, coprire con pellicola a contatto e trasferire in frigorifero.

Nel frattempo preparare l'impasto dei bomboloni.
Sciogliere il lievito nel latte tiepido e lasciar riposare qualche minuto.
Setacciare la farina e il cacao in un'ampia terrina; unire lo zucchero, mescolare e versare al centro il miscuglio di latte e lievito e l'estratto di vaniglia. Cominciare ad impastare con un cucchiaio e quando l'impasto comincerà a prendere consistenza aggiungere il sale. Trasferire sulla spianatoia infarinata e lavorare energicamente l'impasto, incorporando il burro morbido a pezzetti. Impastare per alcuni minuti fino ad pottenere un panetto morbido ed omogeneo. Trasferirlo nuovamente nella terrina, coprire con un foglio di pellicola e porre a lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio (due ore circa).
Infarinare leggermente la spianatoia, rovesciarvi l’impasto lievitato, sgonfiarlo bene e fare un giro di pieghe a portafoglio: formare un rettangolo, dividerlo idealmente in tre parti e sovrapporle tra loro; ruotare quindi l’impasto di 90° e ripetere lo stesso procedimento. Far riposare così l'impasto, con la chiave (la parte della piega) rivolta verso il basso e coperto da un panno per una mezz'oretta. 
Stendere la palla col mattarello all’altezza di 1 cm e 1/2 e formare i bomboloni con un coppa pasta; coprire con pellicola e fare lievitare ancora 40 minuti circa.
Friggere i bomboloni in olio profondo a 170° fino a quando risulteranno gonfi e dorati. Far scolare su carta assorbente e poi rotolarli nello zucchero mescolato con la cannella e il cardamomo.
Riprendere la crema al caramello salato dal frigorifero, trasferirla in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia e farcire ciascun bombolone.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...